Benzene nell’aranciata

Piccole notizie crescono …
BibiteUna notizia passata in sordina che secondo me è abbastanza importante.

A seguito di un’indagine eseguita dalla rivista “Il Salvagente” , le forze dell’ordine hanno provveduto a prelevare dei campioni di bibite gassate da analizzare, per verificare la presenza di Benzene, prodotto cancerogeno.
L’allarme investe in particolar modo le cosidette «bibite light» dentro le quali sarebbero state trovate tracce della sostanza.
La sostanza verrebbe prodotta da una reazione chimica favorita dal calore e dalla luce, tra il sodio benzoato, presente nelle bevande, e le vitamine della frutta.
A seguito dell’aricolo pubblicato su «Il Salvagente», alcune marche avevano modificato la formula chimica dei prodotti per evitare reazioni indesiderate.
I rischi per la salute sono legati al fatto che la sostanza è cancerogena ed attraverso il gas prodotto dalle bollicine potrebbe venire inalata mentre si beve.

Personalmente, bevo bevande gassate solo se mangio particolarmente male 😉

Fonte

2 pensieri su “Benzene nell’aranciata

  1. Ciao Gabriele… si conoscono le marche incriminate? noi siamo consumatori dell’aranciata S.Pellegrino, e vorremmo essere tranquillizzati.
    Cordialità.
    Giorgio Strommer

  2. Giorgio,
    purtroppo non sono a conoscenza delle marche. So per certo che si parla delle bibite light, ed il problema è dato dalla reazione chimica catalizzata dalla luce solare tra il sodio benzoato e l’acido citrico.
    Si parla comunque di ppm (parti per milione), ma nel dubbio …
    Se vuoi, puoi scaricare il podcast della trasmissione “Istruzioni per l’uso” dal sito di Radio1 di Lunedì scorso, in cui se ne è parlato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.